Per portare un valore, abbiamo bisogno di una storia

Chi non ha mai sperimentato su di sé la potenza di una storia? È la parola che ci fa uomini e con la parola, inanellata in storie, definiamo il mondo, diamo un nome alle cose, diciamo il significato che quelle cose hanno per noi.

E di storie abbiamo bisogno: che ci vengano raccontate, che un significato venga sempre riaffermato su un mondo che può altrimenti mostrarsi muto, o caotico, ma nella voce di chi racconta riacquista dei significati che non smettono di affascinarci, perché quello che ci è davanti da sempre torna ad essere nuovo. Le storie che ci smuovono sono sempre drammatiche, nel senso etimologico di “azione”. Ci narrano la vita, la morte, la lotta, l’amore, riportano ai nostri occhi la tensione di cui è fatta la nostra anima, sempre inquieta, che mai si placa, che è inquieta nella misura in cui siamo uomini.

È questo che le nostre orecchie non si stancheranno mai di ascoltare, perché riportano il cuore alla sua dimensione originaria: un desiderio infinito di compimento, un grido, una sete. E questa è la grande responsabilità di chi le racconta, le storie: a questo grido essere fedeli, e non omologarsi o livellarsi alle parole che più non sono fertili ma ripetitive, sterili, monotone. È la responsabilità di chi oggi, in mezzo a tanto frastuono, si vuole assumere il difficile compito della comunicazione, ed è la strada per cui una storia possa essere interessante, perché in qualche modo risponde, risuona con una domanda che porti sulle cose.

Avere un volto ben preciso, definito, è quello di cui oggi ci implora il nostro ascoltatore, essere portatori di un significato chiaro, di una visione del mondo, e perciò di un valore. Ed è quello che desideriamo fare anche quando si tratta di dare una voce, e far emergere il volto di un brand, di raccontare la sua storia, sviscerando la sua essenza, le motivazioni e le lotte che ne hanno plasmato il volto, il valore che porta, e che certo non mancherà di risuonare in chi, quelle lotte, quotidianamente le vive.

Condividi

Per portare un valore, abbiamo bisogno di una storia