Linkness

Digital Agency. Avete smesso di cercare. Ora sarete solo trovati.

03
07
SHARE
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

Le Novità Facebook del 2020

Negli ultimi mesi, mentre l'Italia e gran parte degli stati mondiali erano in lockdown per l’emergenza Covid-19, le grandi piattaforme social hanno continuato a rilasciare nuovi aggiornamenti e funzionalità.

Facebook, in particolare, nei primi mesi del 2020 ha presentato enormi novità per i suoi utilizzatori. Dopo mesi di attesa e anticipazioni il colosso di Zuckerberg ha iniziato il nuovo anno rivoluzionando completamente il suo design con una nuova versione desktop e mobile. Inoltre ha lanciato una nuova funzionalità Shop per le aziende, dando di che parlare ai responsabili marketing di mezzo mondo.

Ma vediamo ora più nel dettaglio le grandi novità avviate da Facebook nel 2020, con un piccolo approfondimento alla fine anche su WhatsApp.

1) La nuova versione di Facebook

La prima novità riguarda il nuovissimo aspetto grafico della piattaforma.

Da qualche mese infatti è disponibile per tutti una nuova versione che rivoluziona completamente il design e l’esperienza dell’utente su Facebook.

Pur se non ancora definitiva e facoltativa per gli utilizzatori, che in ogni momento possono tornare alla vecchia versione, il nuovo design risulta da subito più piacevole e semplice da usare.

Facebook - versione precedente

 

Facebook nuova versione

Le due principali differenze saltano subito all’occhio:

  1. Il look è molto più pulito, con testi e icone più grandi rispetto alla versione precedente.
  2. La navigazione è semplificata e per accedere alle diverse sezioni di Facebook (Facebook Watch, Marketplace, Gruppi ed Giochi) basta un clic sui pulsanti inseriti nella fascia in alto.

La nuova sezione Videogiochi in particolare è forse una delle più importanti novità. Permette infatti alle persone di seguire le Live dei loro Gamer preferiti in base alla tipologia di gioco, il che può rivelarsi una grande opportunità di visibilità per i gamer-influencer e per le aziende interessate a collaborare con loro.

Sorprende anche il nuovo grande spazio riservato ai Gruppi che sembrerebbe evidenziare la volontà dell'azienda di spingere questa specifica parte del social network, che finora era rimasta sempre un po’ marginale e di difficile accesso per l’utente.

L’organizzazione della nuova versione inoltre velocizza di molto la ricerca all’interno della piattaforma e in particolare semplifica la gestione delle pagine e degli eventi andando incontro alle esigenze dei social media manager.

Legata al rinnovo del design è anche la creazione di una versione a sfondo scuro, che gli utenti possono attivare nelle ore notturne per non stancare gli occhi grazie a un minore contrasto e luminosità.

Nella nuova versione la visualizzazione desktop di Facebook diventa molto più simile a quella mobile, con colori più luminosi e un’interfaccia a tre colonne.

Inoltre si nota come uno spazio maggiore sia destinato agli annunci sponsorizzati in alto destra, che acquistano molta più visibilità rispetto alla versione precedente.

2) I Facebook Shops

In un momento di vero boom per gli e-commerce Zuckerberg lancia i Facebook Shops, o semplicemente Shops, una funzionalità che permetterà a qualunque azienda o professionista di vendere direttamente su Facebook e Instagram.

Le aziende potranno creare gratuitamente il loro negozio su Facebook. Sceglieranno quali prodotti inserire nel loro catalogo e poi potranno personalizzare alcuni elementi grafici del loro negozio digitale, come immagine di copertina e colori.

La novità, che in un primo periodo riguarderà solo Facebook e Instagram, presto raggiungerà anche Messenger e WhatsApp, che diventeranno strumenti a disposizione degli utenti per richiedere assistenza e ricevere informazioni personalizzate in fase di acquisto.

Da mesi girava voce dell’intenzione di Zuckenberg di sincronizzare tutte le sue piattaforme per un’esperienza utente più completa. Ora è ufficiale che l’integrazione tra Facebook, Instagram, Messenger e WhatsApp partirà proprio grazie ai Facebook Shops.

Fonte: https://about.fb.com/news/2020/05/introducing-facebook-shops/

 

Le persone potranno quindi scoprire i prodotti in vendita navigando negli account Instagram e Facebook dei loro brand, aggiungerli a delle liste “desideri” e, una volta convinti dell’acquisto, potranno ricevere assistenza e informazioni sulla spedizione attraverso i servizi di messaggistica di Messenger, WhatsApp e Instagram Direct.

Poiché gli Shops funzioneranno come un unico grande ecosistema e-commerce, all’utente sarà sufficiente caricare una sola volta i propri dati di acquisto per poterli utilizzare su tutte le app connesse, acquistando con facilità e velocità.

Per rendere ancora più performanti gli Shops Facebook sta lavorando per integrare al loro interno due importanti funzioni aggiuntive:

  • Il Live Shopping: che permetterà di taggare i propri prodotti prima di andare Live e quindi di venderli direttamente durante la diretta. Il prodotto verrà mostrato sotto forma di pulsante nella parte inferiore del video per tutta la sua durata, con un link alla pagina di acquisto.
  • I programmi fedeltà: Facebook sta realizzando un meccanismo che permetta alle aziende di attivare sistemi di raccolta punti e premi per i propri clienti, in modo che anche le piccole imprese possano sfruttare i vantaggi dei programmi fedeltà.

I Facebook Shops, ora in test su un numero limitato di aziende americane, potrebbero davvero rivoluzionare il mondo dell’e-commerce e del marketing sui social network occidentali.

3) WhatsApp Business e Facebook

Già qualche mese fa avevamo accennato agli sviluppi di WhatsApp per il marketing. (vai all’articolo)

WhatsApp è l’applicazione di messaggistica istantanea più diffusa e utilizzata al mondo. Attiva in 180 paesi e 60 lingue diverse conta oggi oltre 2 miliardi di utenti attivi a livello globale, 32 milioni solo in Italia.

Fonte: https://www.zendesk.it/message/state-of-messaging-2020/

 

Nonostante WhatsApp si sia sempre dichiarata contraria a ospitare pubblicità offre enormi potenzialità per la comunicazione aziendale.

Se ne sono accorte in questi mesi molte realtà commerciali, negozi e ristoranti, che durante la quarantena hanno iniziato ad utilizzare WhatsApp per offrire ai loro clienti servizi di ordinazione, delivery o assistenza.

In realtà già dal 2018 WhatsApp possiede uno strumento ad hoc per le piccole-medie imprese: l’app WhatsApp Business. Questa applicazione è indipendente da quella standard e può essere scaricata gratuitamente dall’app store e associata a un numero di telefono aziendale, anche fisso.

Fonte: https://tecnologia.libero.it/whatsapp-si-trasforma-in-un-e-commerce-la-novita-31561

Esteticamente molto simile a quella classica, offre delle funzionalità aggiuntive per le imprese:

  • Permette la creazione di un profilo aziendale completo, con orari di apertura, link al sito, posizione e descrizione;
  • Permette il caricamento di un catalogo di prodotti/servizi;
  • Supporta l’impostazione di messaggi automatici per rispondere alle domande più comuni dei clienti;
  • Offre la funzione etichette per suddividere in cartelle i messaggi inviati e ricevuti. Questo permette ad esempio di dividere i clienti per la categoria del prodotto a cui sono interessati, aggiungendoli a liste broadcast diverse per un successivo invio di comunicazioni personalizzate.

Oltre a queste funzionalità WhatsApp Business permette all’azienda di accedere a delle statistiche riassuntive, utili per analizzare l’efficacia delle proprie comunicazioni.

L’alternativa a WhatsApp Business per le aziende di grandi dimensioni è la business API di WhatsApp. Si tratta del protocollo software di WhatsApp, che permette di integrare le funzioni dell’app a strumenti più complessi come i CRM, un’azione fondamentale per quelle aziende che possiedono tantissimi clienti da gestire.

L’API business di WhatsApp però al momento è rilasciata a un numero limitato di grandi aziende e per ottenerla è necessario presentare richiesta ed essere selezionati dalla stessa WhatsApp.

In questi mesi WhatsApp sta testando i pagamenti in-app nel mercato brasiliano, dimostrando ulteriormente la volontà di Zuckenberg di fare di questa applicazione uno strumento per il commercio digitale, come si è visto parlando dei Facebook Shops.

Nell’ottica degli Shops già da diverso tempo è attiva la sincronizzazione Facebook-WhatsApp tramite il pulsante “Click to chat”, che permette di iniziare una conversazione su WhatsApp con l’azienda direttamente da una pagina Facebook o da un post.

Fonte: https://tochat.be/click-to-chat/2020/01/25/how-to-add-link-to-whatsapp-in-facebook-page/

Le novità adottate da Zuckerberg per Facebook e WhatsApp dimostrano quindi sempre di più la sua volontà di arrivare a una sincronizzazione totale tra le sue diverse applicazioni. Il modello a cui tende sembra essere WeChat, il social cinese che offre funzionalità complete agli utenti: dalla messaggistica all’acquisto, dalla navigazione al trasferimento di denaro.

Alle aziende e ai noi digital marketers non resta quindi che restare in attesa delle future evoluzioni dell’ecosistema Facebook, preparandoci a studiare le nuove funzionalità in arrivo per trarne le massime opportunità.

Vedi le altre storie

Hai un'idea?

Ti interessa la nostra visione?

Contattaci
Chatta con noi

© 2019 Linkness S.r.l.  Via Miranese, 448  | 30174 Mestre Venezia | P. IVA 03255760278 |  Tel. +39.041.916757  info@linkness.com